Deforestazione e la povertà in Madagascar : è questa la fine della dualità ?

Il programma "gestione sostenibile della fauna selvatica ' (SWM) Madagascar è stato lanciato il 30 Aprile Ultima dal Ministro dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile. Con una dimensione internazionale con l'aiuto delle ONG come "Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite. (FAO), il progetto cerca di frenare la coppia di perdita di biodiversità-povertà.

Il progetto viene finanziato attraverso il 11TH Fondi europei per lo sviluppo della Commissione europea per una strategia di Intra-ACP (gli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico). È disponibile in 12 Driver di paesi ACP. L'obiettivo principale della SWM è di tenere la fauna malgascia e gli ecosistemi, migliorando le condizioni di vita e la sicurezza alimentare delle persone dipendenti nelle aree protette.

L'inesorabile pressione sulle foreste

Le foreste malgasce e gli animali che supportano sono seriamente minacciati. Deforestazione in Madagascar è considerato di grande preoccupazione in tutto il mondo. Tra 50.000 e 100.000 ettari di foresta sono distrutti ogni anno causando seri problemi di erosione del suolo, del cambiamento climatico (pioggia) e la perdita di biodiversità. 75 % specie originaria pianta sono scomparsi. Di dopo la WWF, pratiche agricole e l'uso del legno come combustibile hanno portato alla perdita della maggior parte delle foreste malgasce. In un paese dove il salario minimo è 45 € al mese, la popolazione è costretta a mangiare con i mezzi a portata di mano, facendo affidamento sulla caccia, picking e taglio del legno. L'unica fonte di energia disponibile e conveniente per rendere il cucinare cibo è il carbone di legna.

Consapevolezza e il sostegno delle comunità locali delle aree protette

Il programma SWM inizierà nella parte del Parco nazionale di Makira, a nord-est dell'isola. Questo parco è ospita la più grande area di foresta intatta restanti in Madagascar. Il progetto sarà un approccio inclusivo per incoraggiare la popolazione locale di alzarsi per la tutela del loro ambiente. Allo stesso tempo, il progetto contribuirà a sostenere la popolazione rurale nella gestione del loro terreno coltivabile, tecniche di pesca e bestiame domestico. Così, Esso dipenderà meno foreste nelle vicinanze. «Promuoveremo il consumo di risorse vegetali e animali sostenibile e migliorare l'accesso alle specie selvatiche più resistente alla caccia. Sarà supervisionato da un'organizzazione di caccia sostenibile di specie esotiche», dice Hubert Boulet, Coordinatore della SWM per la FAO. «Inoltre, Sosterremo l'allevamento di pollame e pesce di allevamento per dare accesso a proteine animali », Egli aggiunge.

SWM parteciperà attivamente allo sviluppo sostenibile dell'isola, purché le azioni si concretizzano. «Questo progetto richiederà un cambio di paradigma del livello di governo, compiendo sforzi efficaci in corso », Ricordare il rappresentante della FAO Patrice Talla Takoukan in Madagascar, a Mauritius, in Comore e Seychelles.

Le lotte contro la deforestazione e, allo stesso tempo, quella contro la povertà non sono incompatibili. Tuttavia, un sacco di perseveranza e autorità per invertire la spirale che lega, per il momento, pressione sull'ambiente e sottosviluppo.

Coco Lodge Majunga, Hotel *., Ristorante gourmet, Operatore turistico, Noleggio di 4 × 4 con autista guida ed evento Organizzatore (Conferenze, seminari, Workshop, pranzi/cene con temi, matrimonio, anniversario, Addio al celibato ragazzo-ragazza).

Rahal Rasolofomboahangy

Lasciare una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML Tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>